,

Android Auto: il futuro in wireless, addio inutili cavi

Il futuro di Android Auto sarà in wireless

ANDROID AUTO WIRELESS

L’attuale sistema per utilizzare Android sulla propria vettura si avvale obbligatoriamente dell’uso di un cavo per il collegamento. Ma il futuro dell’era digitale è volto ormai verso le connessioni prive di fili e si pensa che anche Android sia prossimo alla stessa attuazione.

Attualmente Android Auto non funziona tramite wireless e si attiva dal classico sistema, tramite smartphone, con cavo USB/Typer C. Lo stesso Google ha confermato trovarsi in fase di lavorazione per il progetto Android Auto wireless, in modo tale da renderlo disponibile nel prossimo futuro.

La connettività utilizzata sarà WiFi Direct,molto più veloce, ma la data di lancio resta ancora un miraggio da attendere. Essa dipenderà dai OEM vari, che annunceranno la disponibilità autonomamente.

Il punto essenziale e critico riguarda i sistemi compatibili, se i WiFi attuali non potranno essere aggiornati si dovrà puntare alla realizzazione di nuovi dispositivi. Gli attuali utenti di Android Auto hanno inoltre riscontrato e segnalato delle problematiche riguardanti i cavi i cavi di collegamento che risulterebbero essere estremamente sensibili alla connessione.

Lo stesso problema è rimbalzato sui dispositivi smartphone e i vari modelli che sembrerebbero non funzionare con lo stesso identico cavo. Lanciato nel 2014, Android Auto offre il controllo della mappatura GPS/navigazione ai propri automobilisti, riproducendo anche musica, chiamate, messaggi di testo, vocali e ricerche online. Il sistema sfrutta Google New per interagire con il proprio utente.

L’applicazione di Android Auto è disponibile sul Play Store e funziona su ogni tipologia di auto. Il guidatore può connettere il telefono a un display dell’auto oppure inserire il telefono nel dock e utilizzare l’app direttamente dallo schermo del proprio smartphone.

Per utilizzarlo basta possedere un sistema operativo Android 5.0 o versione successiva (Lollipop, Marshmallow o Nougat) e una connessione dati attiva.Potrebbe risultare necessario aggiornare alcune applicazioni come Google Maps, Google Play Musica o Ricerca Google. Per poter interagire con la connected car, l’utente potrà scegliere di utilizzare sia lo schermo touch dell’auto sia i tasti presenti sul volante.

Android Auto è in grado di mostrare e leggere all’automobilista i messaggi ricevuti sui social network, avvertendolo delle chiamate in entrata. Android Auto ha puntato sulla sicurezza del guidatore, grazie ai comandi vocali, lasciando la concentrazione rivolta sulla strada, al fine di scongiurare drastici incidenti.

 

Serena