,

Android: Cos’è e come installare ClockWorkMod Recovery

Tutti i dispositivi implementano una funzionalità chiamata Recovery Mode, ovvero una sorta di versione intermediaria fra Boot e Sistema Operativo Android. In questa schermata possiamo accedere a svariate funzionalità che permettono ai tecnici di mettere mano al sistema anche se non è accessibile o se volessero sistemare o resettare eventuali partizioni interne del dispositivo.

Seppur ben organizzato tale funzionalità è limitata ad alcune limitate operazioni. Fortunatamente alcuni sviluppatori hanno creato ClockWorkMod, in breve CWM, che estende enormemente le funzionalità dela basilare Recovery Mode. Possiamo tra l’altro:

  • Backup e Ripristino del Firmware/Applicazioni/Kernel (Nandroid backup);
  • Installazione di ROM ufficiali e Custom;
  • Wipe della cache Dalvik;
  • Installazioni di aggiornamenti, temi;
  • Partizionare SD;
  • Flashare e installare kernel in formati zip;
  • Montare la scheda SD senza uscire dala recovery;
  • Effettuare test sulla batteria.
Una volta flashato tale CWM potremo installare ROM custom (ROM cucinate) o flashare la kernel con uno migliore rispetto a quello montato sopra in stock.

STRUMENTI NECESSARI

I requisiti per effettuare l’operazione di installazione di CWM sono:

  • Kies (o semplicemente i driver del vostro dispositivo Android);
  • Odin;
  • avere Permessi di Root;
  • ClockWorkMod.

COME INSTALLARE LA CLOCKWORKMOD

  1. Attiviamo la modalità debug accedendo a Impostazioni/Applicazioni/Sviluppo;
  2. Riavvia il telefono in modalità download e collegalo al PC, quindi avvia Odin;
  3. Appena il telefono verrà riconosciuto da Odin, cliccate su PDA e selezionate il file di ClockWorkMod;
  4. Clicca su Start e attendi la fine del processo.

COME SI ACCEDE ALLA RECOVERY MODE o alla clockworkmod recovery?

L’accesso a tale funzionalità è libera per tutti gli utenti, per accedere alla Recovery Mode od alla CWM, da telefono spento basta premere contemporaneamente i tasti: Volume Sù + Tasto Home + Tasto accensione, per alcuni secondi.

Luca Chialastri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.