, ,

Come bloccare le vibrazioni indesiderate sui dispositivi Android

Come fare per bloccare tutte le vibrazioni indesiderate sugli smartphone Android

Come bloccare le vibrazioni indesiderate sui dispositivi Android

Gli annunci pubblicitari “vibranti” possono rappresentare un fastidio ricorrente sul proprio smartphone, come fare dunque per bloccare le vibrazioni indesiderate sui dispositivi Android? Il fenomeno delle pubblicità ha invaso gli utenti costringendoli alla continua ricerca di un metodo per sopperire al disturbo.

L’annuncio vibrante si insinua sullo smartphone servendosi dell’API della vibrazione Android, facendolo vibrare senza preavviso e possibilità di previsione. Per diverso tempo lo stesso Google ha cercato di trovare una soluzione alla questione, riuscendoci solamente oggi, grazie a Chrome versione 60.

Attualmente la versione disponibile per la risoluzione si trova in forma Beta, Canary e Dev. Tuttavia, ulteriori ricerche da parte di alcuni utenti, hanno portato alla luce un metodo applicabile sul proprio dispositivo Android senza la necessità di attendere nuovi versioni.

Come fare per bloccare le vibrazioni pubblicitarie sui dispositivi Android

Seguendo alcuni particolari passaggi sarà possibile impedire e limitare al minimo l’intervento della vibrazione sul proprio smartphone, utilizzando ADB e installando l’applicazione App Inspector, scaricabile gratuitamente al seguente indirizzo.

Grazie all’app Inspector sarà infatti possibile limitare la vibrazione collegandola direttamente ad un’app a scelta, risolvendo una volta per tutte il fastidioso problema.

Un elenco fornito da Google vi permetterà di installare un driver sul computer, associato all’applicazione prevista per lo smartphone Android. Si dovrà scaricare la cartella “platform tools”, reperibile nel file zip, rinominandolo con la modalità ADB.

Si dovrà poi spostare la cartella nell’hard disk, abilitando e attivando poi il debug USB. Il dispositivo smartphone dovrà poi essere collegato al pc, attivando la modalità Media Transfer Protocol. Si dovrà quindi aprire un prompt dai comandi di amministrazione e digitare il nome impostato sull’hard disk.

Entrando nel devices dovrà essere accettata la modalità “debugging”, attendendo conferma e attivando l’applicazione Inspector. A questo punto sarà possibile scorrere fra le app e individuare quella che si intende bloccare.

Infine si dovrà fare ritorno al prompt dei comandi digitali dove digitare “adb shell” e confermare il blocco digitale sulla vibrazione indesiderata. Non saranno recapitate o mostrate conferme di blocco, ma in caso di errore invece saranno segnalate delle incongruenze.

Questo metodo consente di limitare android.permission.VIBRATE, ma non è stata resa pubblica da Google, nascondendola dietro le procedure da compiere.

Serena