,

Come rintracciare i dispositivi Android con Find My Device

Guida per rintracciare i dispositivi Android attraverso la funzione Find My Device

Come rintracciare i dispositivi Android con Find My Device

A quanti di voi è capitato di uscire con gli amici e fare ritorno senza il proprio smartphone Android? E’ sufficiente una svista per perdere il proprio dispositivo senza avere di idea di dove possa essere rimasto.

Cosa fare quando accade? Entrare nel panico non vi aiuterà ritrovare il vostro smartphone, ma forse non tutti sanno che è possibile rintracciare il proprio dispositivo servendosi semplicemente di una funzione denominata Find My Device.

Tutti i dispositivi Android includono tale funzione dall’anno di produzione 2010 in poi. Find My Device permette di localizzare in una mappa il proprio smartphone e comandarlo attraverso la modalità remoto. Find My Device è una delle funzioni più popolari all’interno del mondo Android per ritrovare il proprio dispositivo in caso di smarrimento.

Come funziona? Attraverso questa guida cercheremo di analizzare insieme ogni passo per riuscire a servirsi della funzione di Find My Device.

Come rintracciare i dispositivi Android con Find My Device

Per poter funzionare correttamente e rintracciare il proprio dispositivo  Find My Device necessita di una connessione internet, tramite rete 3G/LTE o Wi-Fi, con GPS attivo. Purtroppo è doveroso precisare che, in caso di furto e di spegnimento dello smartphone, tali funzioni verranno annullate. In caso di furto sarà quindi molto difficile servirsi della funzione in questione, ma in caso di un semplice smarrimento le possibilità rimangono relativamente alte.

Prima di tutto si dovrà compiere una  geolocalizzazione del proprio dispositivo Android, recandosi nella schermata dove sono presenti tutte le app, detta drawer di Android. Da qui si dovrà clicclare su “Impostazioni” e su “Geolocalizzazione”, spostando la levetta su “ON”. 

Al termine dell’operazione si dovranno attivare le funzioni da remoto di Find my Devide e fare ritorno sul drawer di Android per cliccare nuovamente su “Impostazioni” e “Sicurezza”. A questo punto si dovrà cliccare su ” Localizza questo dispositivo da remoto” proseguendo su “Consenti blocco e cancellazione da remoto” attivandolo sulla levetta “ON”. 

A questo punto sarà possibile rintracciare il proprio dispositivo attraverso il collegamento al sito ufficiale di Find My Device al seguente link di collegamento. Per l’accesso si dovranno inserire i propri dati account Google, aprendo così i comandi a distanza da remoto.

In tal modo si potrà bloccare il dispositivo, cancellare tutti i dati contenuti al suo interno, facendo squillare il proprio smartphone.

Serena