, ,

Come utilizzare l’app Android per proteggersi dai furti bancomat

Guida pratica su come utilizzare l’app Android per proteggersi dai furti bancomat

Come utilizzare l'app Android per proteggersi dai furti bancomat

Come proteggersi dai furti bancomat? Sui dispositivi con sistema operativo Android è possibile scaricare un’applicazione a difesa dei malintenzionati che si servono degli skimmer per clonare carte di credito e bancomat in prossimità di stazioni di servizio e bancomat. Attraverso questo nuovo articolo guidato cercheremo di analizzare insieme tutte le caratteristiche dell’app Android al fine di effettuare i prelievi bancomat in assoluta sicurezza e tranquillità.

Come utilizzare l’app Android per proteggersi dai furti bancomat: guida da seguire

Utilizzando i dispositivi smartphone si potranno effettuare una serie di operazioni veloci tramite la sola connessione online, in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento della giornata. Ma tali funzionalità rappresentano uno dei terreni di caccia preferiti dagli hacker per mettere a punto le proprie truffe informatiche.

Tuttavia gli hacker hanno affinato le proprie tecniche anche per riuscire a sottrarre password e codici bancari durante il prelievo degli utenti tramite lo sportello automatico. Attraverso alcuni piccoli dispositivi inseriti negli sportelli bancomat o in quelli delle pompe per il carburante è possibile trarre in inganno chiunque se ne servi.

Per proteggersi dai furti sopra descritti è attualmente possibile scaricare un’applicazione per i sistemi operativi Android direttamente sul proprio smartphone. Gli hacker si servono dei dispositivi skimmer e riconoscere la loro presenza può rilevarsi estremamente difficile ad occhio nudo e poco esperto.

Grazie all’applicazione gratuita Skimmer Scanner sarà possibile prelevare presso gli sportelli bancomat ed effettuare acquisti o carburante presso le stazioni di servizio in completa protezione. Ma come funziona?

Skimmer Scanner segnalerà sul proprio smartphone tutti gli skimmer presenti all’interno della zona dove l’app effettuerà la localizzazione, evitando di inserire la carta di credito oppure il bancomat in uno sportello compromesso.

Dimenticandosi di portare con sé il proprio smartphone sarà comunque possibile prestare attenzione ai piccoli dettagli della fessura per le tessere. Se nelle prossimità dell’inserimento della carta si troveranno segni di bruciatura o di colla seccata e raschiata via potrebbe significare che lo sportello è stato vittima di una manomissione, con relativa presenza di skimmer. In tal caso l’utente potrà così decidere di cambiare direttamente sportello per compiere le relative operazioni di prelievo.

Serena