,

LE APP: TUTTO UN MONDO DA SCOPRIRE, TRA LO SVAGO E LA NAVIGABILITÀ

L’incontro con le app e le app per gli incontri: alcune tra le più quotate

Gli utenti e l’uso delle varie app: un fenomeno in costante crescita

Se Internet, di per sé, ha modificato sostanzialmente le modalità di approccio alla realtà, rendendo indispensabile un nuovo modo di connettersi ad essa, con l’introduzione e la diffusione delle app per mobile tale tendenza è destinata ad amplificarsi, valorizzando in maniera ulteriore quelle che sono le caratteristiche, da sempre, proprie della Rete, ovvero la velocità e la possibilità di connessione – tecnologia permettendo – da qualunque luogo del mondo e in ogni momento del giorno.

I dati, come sempre, sono utili a chiarire l’entità e la portata del fenomeno, tenendo conto che, secondo i dati riportati dal Corriere della Sera, basati su attendibili ricerche di settore:

  • ogni cittadino possiede mediamente sullo smartphone 80 applicazioni
  • in base ai dati di App Annie il mercato delle app potrebbe diventare una potenza economica di portata mondiale, con un tasso di crescita di 385 punti percentuali e oltre rispetto all’anno 2016
  • la previsione degli utenti che utilizzano delle app per l’anno 2023 è, a livello mondiale, pari a oltre 6 miliardi di persone
  • i leader nel settore delle app sono, chiaramente, gli store iOS di Apple e di Android per Google Play, entrambi – soltanto nell’anno 2017 -, con oltre 2 milioni di varie applicazioni disponibili e scaricabili dai vari utenti

Ma quali sono i settori di maggiore interesse a livello globale e, dunque, di riflesso, anche nazionale? Sia dal lato di Apple che che da quello di Google a prevalere su tutte le altre app sono quelle dedicate alle chat, ai servizi di tipo meteorologico, alle news, allo streaming video e ai giochi.

Le applicazioni più richieste spaziano dunque dalle piattaforme social all’intrattenimento multimediale, passando per il tema ludico.

L’intrattenimento e le app: la solidità di un’unione

Ampio spazio dunque, è quello che gli utenti delle app dedicano al divertimento e all’intrattenimento, in coerenza anche con la natura stessa delle applicazioni, utilizzabili in ogni momento e da qualunque luogo, magari durante un viaggio in treno o nella pausa dal lavoro.

Le chat e i servizi di messaggistica – da Messenger a Whatsapp – sono particolarmente quotate dai naviganti in versione “mobile”, che approfittano anche delle app a tema “meteorologico” per conoscere la situazione del meteo in tempo utile per poter fare previsioni rispetto a viaggi o uscite di svago.

Anche le news aggiornate in tempo reale consentono di tenersi aggiornati senza rinunciare a spostamenti e viaggi, talvolta essenziali all’interno della vita quotidiana.

Molte volte poi, a farla da padrona è il puro e semplice svago, che passa dalla visualizzazione di un contenuto video a un gioco interattivo.

A proposito di giochi, diverse sono le tendenze: si va da app semplici e gratuite come può essere Ruzzle – per gli amanti delle parole e delle sfide verbali – fino ad applicazioni per l’intrattenimento, come i casinò virtuali.

Quest’ultimo caso è particolarmente rilevante, dato che i casinò online, almeno secondo le ultime statistiche, hanno fatto registrare spese importanti da parte degli italiani, con una crescita di quasi 12 punti percentuali soltanto tra il 2018 e il 2019.

Molte volte, specialmente quando il servizio è presente anche in versione desktop, il web stesso aiuta nella scelta: ad esempio su big casino, di cui si possono trovare opinioni in rete, esistono delle recensioni da parte dei portali di comparazione con tanto di indicazioni sulla presenza e sulla navigabilità delle relative app, e lo stesso vale per altri operatori del settore.

Come si è visto, una delle dimensioni maggiormente coinvolte nell’utilizzo sempre crescente delle app è quella sociale, visto e considerato anche l’impatto fondamentale delle app “social” – da Facebook a Instagram – nel successo generale di tale fenomeno.

Un aspetto non trascurabile rispetto a questa tendenza è quello dell’uso delle applicazioni collegato alle esigenze di incontri, soprattutto di natura personale, ma non soltanto.

E anche in questo senso, non possono mancare delle classifiche di settore, utili a orientare gli utenti nella scelta delle app più confacenti alle proprie specifiche esigenze.

Tra le app in vetta alla classifica per il cosiddetto “dating”, almeno in relazione al 2018, se ne trovano alcune particolarmente funzionali, come ad esempio Tinder, che consente di accedere alle varie gallerie di immagini degli utenti, con tanto di riferimento alla città di provenienza degli stessi.

A seguire, sempre in collegamento al fenomeno degli appuntamenti in via virtuale, troviamo altre app dedicate come The Inner Circle, OkCupid, Lovoo e Flirt.com.

Luca Chialastri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.