, ,

Macbook Pro 13 TocuhBar Apple: Recensione del Modello Air e caratteristiche

Apple Macbook Pro 13 TouchBar, qualità a confronto con il suo prezzo elevato

MACBOOK PRO 13 TOUCHBAR APPLE RECENSIONE

Il Macbook Pro 13 TouchBar rappresenta la versione compatta del modello a 15 pollici. Rispetto alla configurazione priva del TouchBar possiede un hardware più potente e uno smaltimento più evoluto del calore. L’unica nota dolente riguarda il suo costo elevato, ben 350 euro in più, che però valgono la pena dell’investimento.

Oltre il TouchBar e Touch ID, Macbook Pro 13 è dotato di CPU core i5-6267u Skylake da 28 watt con circa il 10% di prestazioni in surplus sui 15 watt dell’altro. Può girare e consumare alle massime prestazioni, assicurando così un vantaggio nel rendering di un video, l’applicazione filtro in un catalogo di foto RAW. La GPU Iris 550 non si differenzia molto dalla Iris 540: possiede 200 MHz in più mantenendo le 48 EU, eDRAM da 64 MB con una ventolina per una migliore gestione. La RAM LPDDR3 passa a 2133 MHz, con una SSD di taglio superiore.

I test effettuati con modulo 512 GB sono risultati più veloci in scrittura, proprio per questo il Macbook Pro 13 si avvicina molto alla versione del Macbook Pro completo. Strutturalmente la versione interna del Macbook Pro 13 TouchBar è ridotta rispetto a quella del 15 pollici. Diversificata per la presenza delle due ventole, per la posizione degli altoparlanti, il posizionamento della batteria, nello spazio per le porte Thunderbolt 3 (Touch ID + TouchBar + clip T1 di controllo + due controller Alphine Ridge).

La batteria si è ridotta a 49,2 Wh, contro 54,5 Wh. Quando la CPU supera la temperatura di 90 gradi le due ventoline si attivano autonomamente, con un tempo di conversione Handbrake di 26 minuti. La ventola su CPU sui 1700 Rpm passa a 2000 Rpm in 15 minuti e tocca i 3400 Rpm alla temperatura massima e ultima di 93 gradi su core, per ritornare velocemente nella zona “sicura” degli 88 gradi. Il rumore prodotto a bassi giri non risulta essere mai eccessivo ed è privo di sibili e variazioni improvvise. Questa caratteristica lo rende un Hi-Tech a “sangue freddo”, con una temperatura di 42 gradi massimi nell’area della tastiera.

I software di controllo giornaliero a basse prestazioni sono in grado di leggere le ventole i modalità off. Nel Macbook Pro 13 TouchBar, la Apple ha permesso l’ottimizzazione della sua batteria ridotta. Il Macbook mantiene le stesse caratteristiche del Pro base a funzionalità ridotta a carichi leggeri, mentre si riscontrano pochissime differenze in contesti come social, riproduzioni multimediali in streaming. La CPU gestisce le situazioni di “no-stress” fino a 10 ore continue.

Se utilizzato come un Air allora la CPU richiede energia alla batteria, l’autonomia passa dalle 3 ore circa del TouchBar, a un’ora e mezza scarsa.L’alimentazione rimane un 61 watt. Non sono inclusi in dotazione il cavo di prolunga e non è presente MagSafe. La ricarica USB porta il Macbook Pro 13 TouchBar al 56% di autonomia in 42 minuti.

Il Macbook Pro 13 TouchBar rimane un prodotto di fascia alta che ne giustifica il prezzo di base. La TouchBar del 2016 ha un pannello OLED (2170×60 pixel) per una visione a 45 gradi alla tastiera e ha la stessa rifinitura della stessa. Non ha feedback tattile  e risulta appena più incassata in proporzione ai tasti. Regola in autonomia (soltanto in tale modalità) la luminosità dopo 60 secondi inattivi e si spegne nei successivi 15 secondi. La zona del controllo di destra è da 608 pixel (3 icone + Siri), dal menù tastiera di preferenza è possibile mutare la predisposizione delle icone. Il tasto “Fh” può essere invertito e avviato in modalità espansa.

Il comportamento del TouchBar cambia con le differenti applicazioni e per comprenderne tutti i meccanismi è necessario un periodo di pratica e rodaggio. Buona parte del contenuto TouchBar è gestita da Chip Apple T1, il rendering di sistema è caricato su GPU che, in condizioni critiche, potrebbe rallentare. Il SoC T1 memorizza e protegge le impronti digitali del Touch ID, integrando un ISP, processore di immagini, contro la manomissione alla videocamera Facetime 720p.

Apple conferma ancora una volta la validità dei suoi prodotti con il Macbook Pro 13 TouchBar.

Serena