,

Acronis True Image Home 2010: Il numero uno in campo Backup

“Un virus ha danneggiato Windows! Dannazione! Come faccio a recuperare i miei documenti?!”
“Una schermata blu! Come farò ora ad accedere al PC?!”
“Oh no, si è bruciato l’Hardisk… addio documenti di lavoro!”

Sono situazioni a cui sicuramente almeno una volta un utente è andato incontro: cosa succede se il Pc si guasta (per varie cause)?
Focus, stavolta insieme a SoftwareHouse, mettono sotto torchio un software, italiano, che non deve mai mancare nella valigetta degli attrezzi: Acronis True Image Home 2010.


GUASTO INEGUAGLIABILE
E’ buona regola a cadenze settiamanali/bisettimanali eseguire un backup dei propri dati personali. Il Backup non è altro che l’azione di “salvare” file e cartelle onde evitare, per problemi/guasti futuri, la perdita improvvisa degli stessi senza aver modo di recuperarli. Molti programmi, invece, riescono a “fotografare” l’intero stato del sistema e, quando richiesto, ripristinarlo: una sorta di RIPRISTINO CONFIGURAZIONE DI SISTEMA rafforzato. Ancor meglio, altri, riescono ad eseguire l’una e/o l’altra operazione automaticamente senza disturbare l’utente che magari è intento a mandare mail o navigare su Internet. Bene, Acronis True Image fà tutte e tre le operazioni, e molto altro!

SOFTWARE TUTTOBACKUP
Acronis True Image 2010, rafforzato dalla precedente versione sopratutto sull’aspetto grafico, non si limita a fare il backup dei dati! La sua evoluzione gli ha predisposta numerose funzioni aggiuntive.

Mi limiterò a descriverne le più importanti:

  • – Permette di ripristinare il Pc con i backup anche se si presenta un errore che non permette di accedere al Desktop di Windows;
  • – Crea una partizione speciale ed immune ad eventuali guasti sul vostro Hardisk dove il programma si occuperà di salvare tutti i backup automatici e non;
  • – Clona ed aggiunge interi partizioni;
  • – Distruzione sicura di file, partizioni od Hardisk interi (recupero impossibile per eventuali malintenzionati);
  • – Pulizia dall’Hardisk da file obsoleti/cronologia Internet ect;
  • Conversione di un backup Windows in uno Acronis e viceversa;
  • – Accedi all’immagine del disco/backup di Acronis come una normale cartella.
  • – Backup automatico e per i neofiti con One Click Backup si accede ad un Wizard speciale dove si viene aiutati nelle operazioni piu difficoltose.

A SPASSO NEL TEMPO
Una delle funzioni a cui sono più affezionato è il backup dell’immagine del disco. L’utilizzo su Acronis di questa funzione è tra le più facili ed intuitive che mi è capitato di utilizzare.
Avete magari appena formattato il vostro Pc e volete che in caso di guasto possiate tornare in questa situazione senza dover riformattare o comunque dopo esservi riscontrati con un problema software? Un’immagine del disco è quello che fà per voi e con Acronis viene eseguita facilmente.
Potete effettuare il ripristino dell’immagine attraverso il Desktop (Quindi se non avete problemi tanto gravi) o all’avvio masterizzando su cd/dvd il software predisposto: basterà andare su CREA SUPPORTO DI RIPRISTINO RIAVVIABILE ed accettare, dopodichè salvare il Backup effettuato su supporto esterno (o sullo stesso hardisk, se volete). Fatto questo non dovrete più temere nulla! Direte: “Perfetto?” No, infatti è pagamento (49 euro). Qui trovate il download per la versione di prova.

LE ALTERNATIVE
Nel caso non abbiate comunque eseguito un backup dei documenti, o ritenete giusto non spendere 49 euro per questo software, potete ricorrere a programmi di recupero file come Restoration (stand alone) o Recuva e nel caso di creazione di Backup file/immagini del disco con Backup Moker od, il pessimo, strumento interno a Windows.

CONCLUSIONI
Quando ho riscontrato problemi con il pc mi è bastato eseguire un ripristino con questo software per capire che sarebbe diventata la mia anima gemella (con uno come me che ci “lavora” con il pc, un software del genere deve essere trai MUST). Non ho mai riscontrato problemi di sorta, anzi sono sempre rimasto tremendamente entusiasta di questa applicazione.

Errori? Virus? No, grazie: Acronis True Image.

Luca Chialastri