,

E’ in arrivo l’ADSL?

Potrà sembrare strano ma nonostante l’evoluzione tecnologica, in Italia, l’ADSL è ancora diffusa a macchia di Leopardo. Siamo trai paesi dell’Unione Europea più “sottosviluppati” su questo aspetto, nonostante negli ultimi anni siano stati avviati progetti anti Digital Divide, come il WiMax o le pennette modem (ADSL in una chiavetta: Sfreccia a gran velocità ovunque con le Internet Key!)

Le zone non ancora coperte dalla banda larga possono controllare i “lavori in corso” al sito di Mamma TelecomItalia: Wholesale.

Il sito è una sorta di “calendario” dei lavori che sono stati effettuati, che si stanno effettuando e quelli pianificati nel futuro sull’ADSL. Per quanto possa sembrare facile pensare a primo impatto, la lista in questione è quasi irragiungibile, se non seguendo uno “schema” di link. Questo è il link diretto: http://www.wholesale-telecomitalia.it/cgi-bin/wholesale.dll/wholesale/jsp/startGeoSearchAction.do?tipoCopertura=01.
Potremmo scoprire che il luogo in cui viviamo sarà coperto dall’ADSL molto presto!

CONCLUSIONI

Esiste un portale “paladino” dell’AntiDigitalDivide con al suo interno un’attiva community: http://www.antidigitaldivide.org/.
Questo sito si propone come punto di incontro per tutti quelli che abitano e lavorano in zone non coperte dalla banda larga e per quelli che trovano che le tariffe richieste dai provider sono sproporzionate rispetto agli altri paesi europei e alla qualità (sic) dei servizi offerti.

Luca Chialastri