, ,

Hotlink: 3 modi per evitare la copia delle proprie immagini

Uno di voi, è mai riuscito a far si che i propri file non si diffondessero senza il proprio permesso? Ecco, con le immagini tutto è quintuplicato. Spesso si notano in giro siti che usano immagini altrui non caricandole sui propri server ma utilizzando e sfruttando la risorsa tramite un semplice collegamento: questo fenomeno viene comunemente chiamato Hotlinking.

Forse non tutti lo sanno ma cosi facendo oltre a rubare le nostre immagini derubano e prosciugano la nostra banda (in base al proprio hosting) consumandone più del previsto (a danno del nostro portafogli).

Scopriamo i modi per evitare che altri ci copino le immagini (e il nostro denaro)! Ve ne illustreremo di 3 tipi.

1) CLICK DESTRO BLOCCATO

Il più banale modo per impedire la copia del link della nostra immagine è bloccare l’uso del tasto destro nel nostro sito.
Basta inserire questo codice prima del tag </ body>.

<script language=JavaScript> <!– //Disable right click script var message=””; messaggio function clickIE() {if (document.all) {(message);return false;}} function clickNS(e) {if (document.layers||(document.getElementById&&!document.all)) { if (e.which==2||e.which==3) {(message);return false;}}} if (document.layers) {document.captureEvents(Event.MOUSEDOWN);document.onmousedown=clickNS;} else{document.onmouseup=clickNS;document.oncontextmenu=clickIE;} document.oncontextmenu=new Function(“return false”) // –> </script>

Purtroppo basta usare firefox e qualche script per superare il blocco.

2) WATERMARK

Il Watermark non è altro che una “sigla” stampata sulle immagini. Probabilmente è la modalità più funzionale delle tre. In pratica viene caricata un’immagine con sopra “stampata” la nostra sigla (che sia una scritta, che sia un logo). Cosi facendo si rende propria la immagine e il ladruncolo non può copiare l’immagine se non pubblicizzandoci a sua volta. Vediamo come attuare questa tecnica. Abbiamo 3 possibilità:

  • Caricare l’immagine su Photoshop o simili, e scrivere su la scritta o sovrapporre il logo;
  • Utilizzare i numerosi servizi presenti in rete come http://www.watermark.ws/ che permette di fare il tutto automatizzato;
  • Sfruttare i plugin che fanno tutto automaticamente durante il caricamento dell’immagine nella stesura dell’articolo (Watermark Reloader è un famoso plugin per WordPress).

 3) HOT LINK PROTECTION

Questa è la modalità più radicale. Permette il blocco di tutte le proprie immagini al di fuori dei “propri confini”. Ovvero ogni immagine, che avrà il link con a base il nostro sito, verrà oscurata (apparirà uno spazio vuoto). Inoltre è possibile imporre delle regole (come permettere il caricamento di tali immagini su Google, Yahoo, Facebook e simili) o far sì che appaia un’immagine di piacere al posto dell’oscuramento. Per esempio questo sito usa questo il logo che vedete qui accanto. Per fare questo bisogna intaccare direttamente il file .htaccess (Anche se ci sono delle scorciatoie su WordPress). Vediamo le due modalità possibili per attuare l’hotlinking protection. Una è quella senza intaccare direttamente il file in questione, l’altra invece prevede la modifica del file:

Sei alle prime armi?

Non ti occorrono doti e esperienze da esperto: ti basta installare un Plugin (se utilizzi wordpress)! Hotlink Protection fà tutto da solo senza che tu debba mettere mano al codice (Seppur con dei limiti: non è possibile inserire l’immagine di sostituzione né regole).

Scegli la modalità esperta?

  1. Allora salva una copia del file .htaccess e modificalo come qui ti verrà spiegato (se usi WordPress puoi modificare il file direttamente dalla Dashboard senza accedere al server FTP, grazie a WP HTACCESS EDITOR)
  2. Incollate il codice qui di seguito (personalizzandolo con i propri link) oppure generandone uno da questo sito

RewriteEngine on
RewriteCond %{HTTP_REFERER} .RewriteCond %{HTTP_REFERER} !^http://([^.]+\.)?miosito\.com/ [NC] RewriteCond %{HTTP_REFERER} !google\. [NC] RewriteCond %{HTTP_REFERER} !search\?q=cache [NC] RewriteCond %{HTTP_REFERER} !msn\. [NC] RewriteCond %{HTTP_REFERER} !yahoo\. [NC] RewriteCond %{REQUEST_URI} !^ http://www.xxx.it/immagine da far apparire.jpg \.jpg$
RewriteRule \.(gif|jpg|png)$ /hotlink.jpg [NC,L]

Luca Chialastri