, ,

È nata SmartDONOR, l’app italiana che promuove la donazione del sangue

Si chiama SmartDONOR e connette associazioni e donatori permettendo di semplificare e razionalizzare i prelievi.

Realizzata dalla startup di Marco Cannemi e Fulvio Miraglia, MOODìka, SmartDONOR è una piattaforma che si propone di mettere in contatto i donatori con le associazioni, puntando a costruire e valorizzazione quella che vuole diventare la più grande community italiana incentrata sulla raccolta del sangue.

Per inquadrare meglio l’importanza di questa piattaforma, dobbiamo partire dalla difficoltà del sistema trasfusionale nazionale nel garantire il livello minimo di autosufficienza. La causa è nel progressivo invecchiamento della popolazione e nel concomitante scarso coinvolgimento dei giovani verso questa tematica, aspetto che impedisce il giusto ricambio generazionale dei donatori.

Grazie al sito web, www.smartdonor.it, e all’app per tablet e smartphone, SmartDONOR offre ai donatori di sangue e alle associazioni dei donatori un set gratuito e completo di funzioni in grado di fondere gli aspetti dell’informazione e della socializzazione con le dinamiche della promozione, programmazione e razionalizzazione della raccolta del sangue. Il risultato? Una migliore gestione del flusso delle donazioni e il rispetto della pianificazione sulla base delle reali esigenze territoriali.

In altre parole, tramite smartDONOR il donatore può gestire le attività in autonomia ed efficienza, essere sempre informato e consapevole, sentirsi costantemente membro di una comunità e agire come efficace strumento di promozione e sensibilizzazione anche verso gli altri.

Più nel dettaglio, attraverso la piattaforma l’utente può:

  • visualizzare nella mappa le sedi e i punti di raccolta delle associazioni e i relativi reali fabbisogni di sangue del territorio;
  • calcolare il percorso per raggiungere i punti di raccolta visualizzati nella mappa;
  • programmare le proprie donazioni sulla base del proprio storico;
  • sincronizzare gli appuntamenti con il proprio calendario smartphone;
  • salvare il proprio storico di donazioni e costruire un vero e proprio database personale.

In più tramite la piattaforma e l’app si possono ricevere news, avvisi per emergenze sangue, aggiornamenti, ringraziamenti per le donazioni effettuate e per l’impegno profuso come donatori, condividere sui social network le proprie attività e tutte le comunicazioni ricevute dalle associazioni.

Un’interfaccia che semplifica il processo di donazione e che al momento sta vivendo con buoni risultati la fase di adozione e test della versione beta grazie anche al supporto delle due più grandi associazioni operanti sul territorio: Fidas e Avis.

La speranza è  quella di una rapida e importante diffusione dell’utilizzo del portale che consentirebbe la creazione di una community di persone accomunate da un unico desiderio. Quello di fare del bene agli altri.

Angela