,

Novità di Snapchat: Droni per trasmettere dirette live e video dall’alto

Snap vuole utilizzare droni con la propria applicazione

Dopo il boom di Snapchat, la società sta iniziando ad investire anche nel business dei droni, mercato che affascina un pubblico vasto che va dai più piccoli fino agli adulti appassionati di tecnologia.

In questo caso, l’utilizzo di foto e video con telecamere poste al di sopra di questi dispositivi elettronici volanti, potrebbe essere a dir poco redditizio per la compagnia, e la loro volontà è sempre stata quella di espandersi in altre aree e di non rimanere solo limitati alla propria applicazione per smartphone.

Un drone Snapchat potrebbe essere in previsione per marzo del prossimo anno, e fonti del New York Times hanno affermato che, persone molto vicine alla società, l’hanno vista lavorare su questo progetto, cercando di catturare foto e video dall’alto dei cieli.

Sono riusciti perfino a coinvolgere Ctrl Me Robotics, famosi per la creazione di droni a LA appunto, nella propria produzione, per un prezzo di circa 1 milione di dollari.

Ricordiamo che Snapchat, ha investito anche su occhiali che permettono di condividere i propri Snap, direttamente tramite l’applicazione, e ora addirittura passare ai droni? Che sia una mossa commerciale per cercare di eguagliare i propri competitors sui social, come ad esempio, il temuto Facebook?

Ormai siamo abituati al fatto che le aziende cercano di arrivare sempre per prime sul mercato, portando novità interessanti (o anche copiando le altre). Non c’è ancora una data di rilascio ufficiale per quanto riguarda il drone Snapchat e si attendono ulteriori informazioni per capire effettivamente dove andrà a parare l’azienda con questa tecnologia e quali saranno i suoi futuri utilizzi.

A detta del produttore, si punterà a dei droni leggeri, capaci di riprendere immagini definite e Full HD anche a distanze notevolmente elevate. Non si è parlato del costo, dato che ad esempio gli occhiali Snapchat avevano un prezzo di circa 130 dollari.

Questa tuttavia, non è un’informazione da sottovalutare poiché, un utente medio, già normalmente non comprerebbe un drone, ancor più se questo presenta un prezzo decisamente alto.

In realtà, forse, non è proprio ai consumatori che si rivolgerà l’azienda con tale progetto, ma più a diversi impieghi coinvolgendo società che già utilizzano tecnologia simile. Tutto ciò che ci resta da fare per ora, è attendere e capire come Snap sarà in grado di sfruttare questo dispositivo come ha saputo fare con la propria famosissima applicazione.

Alessia