, ,

Xiaomi Mi Max 2: recensione dello smartphone da 6.44 pollici

Xiaomi Mi Max 2, un gran dispositivo tecnologico, recensione

Xiaomi Mi Max 2

La compagnia Xiaomi ritorna in pista con il lancio di un nuovo smartphone super tecnologico rinominato Xiaomi Mi Max 2. Il ritorno del marchio, reduce di oltre 300.000 vendite del dispositivo Xiaomi Mi2, propone al pubblico un nuovo interessante modello.

Xiaomi Mi Max 2 è infatti dotato di uno schermo di ben 6.44 pollici, nella natura che appare simile a un mini tablet dotato di ogni funzione telefonica, piuttosto che a un dispositivo smartphone. La sua scheda tecnica si presenta in tal modo:

  • Processore Qualcomm Snapdragon 625, octa core da 2 GHz;
  • GPU Adreno 506;
  • 3/4 GB di RAM;
  • 64/128 GB di memoria interna espandibili tramite micro SD (questo rinunciando al secondo slot di SIM);
  • Sensori di luminosità, LED di notifica, sensori di prossimità, accelerometro, bussola e giroscopio;
  • Sensore digitali (incastonato nella parte alta posteriore)
  • Tasti soft-touch retroilluminati e personalizzabili;
  • Connettività LTE di Cat. 7;
  • WiFi doppia banda;
  • Bluetooth  4.2;
  • Porta infrarossi;
  • 174.1 x 88.7 x 7.6 mm di dimensioni;
  • 211 grammi di peso;
  • Base monoscocca in alluminio;
  • Fotocamera principale da 12 megapixel, sensore Sony IMX 386, lente non stabilizzata F/2.2 e a doppio flash LED;
  • Batteria 5300 mAh;
  • Software MIUI, versione 8.5  basata su Android 7.1.1.

Quello che manca a Xiaomi Mi Max 2 è la banda 20 a 800 MHz, per cui si potrebbero riscontrare una serie di problemi fuori città, o per gli utenti che utilizzano la compagnia telefonica Wind. A mancare è anche il chip NFC.

Dal tasto menù non si riscontrano difficoltà nell’aprire app pesanti e modalità gaming di grande complessità.  Le dimensioni di Xiaomi Mi Max 2 sono gestibili solamente con il dispiego di entrambe le mani, anche se la grandezza del display compensa il disagio di movimenti.

La risoluzione FULL HD del display risulta essere buona, con un altrettanto ottimo effetto sterofonico. Alla presenza di una buona illuminazione anche la fotocamera risulta adempiere al suo dovere, mentre tali funzioni si affievoliscono in presenza di luce scarsa. Tuttavia Xiaomi Mi Max 2 consente discreti selfie.

La batteria consente di utilizzare lo smartphone a schermo acceso per 8/10 ore, mentre il sistema operativo è il più amato e ricercato dagli amanti appassionati Android. Nonostante l’adattamento cinese risulta essere malleabile per l’utilizzo occidentale. In conclusione Xiaomi Mi Max 2 è un prodotto ingombrante, da amare oppure odiare a seconda dei gusti personali.

Serena