,

Cosa fare per salvare lo smartphone dalla caduta accidentale in acqua

Guida su come comportarsi in caso di caduta accidentale in acqua dello smartphone

Cosa fare per salvare lo smartphone dalla caduta accidentale in acqua

Quante volte ci è capitato di lasciar cadere inavvertitamente il proprio dispositivo smartphone? Evitare il rischio di caduta nel corso del tempo è pressoché impossibile, con tutta probabilità presto o tardi finirete per veder cadere lo smartphone a terra.

A fronte di ciò si consiglia sempre di proteggere il proprio dispositivo con pellicole, protezione per il sistema delicato del display e custodie protettive, ma tutto ciò a volte non è sufficiente. Che cosa fare se lo smartphone finisce per cadere in acqua?

Non è poi così scontata come eventualità, una disattenzione, una caduta accidentale e potremmo dire addio ai soldi spesi per l’acquisto del modello in nostro possesso. E’ pur vero che le ultime tecnologie integrate sugli smartphone assicurano una sorta di auto-protezione dall’acqua, ma tuttavia anche questa funzionalità dipende decisamente dal periodo di permanenza a contatto con il liquido.

L’errore più comune, ma anche più spontaneo, è quello di abilitarsi immediatamente cercando di recuperare il salvabile. Per questo motivo si tenta di riavviare immediatamente il dispositivo o peggio ancora di asciugarlo tramite il phon per capelli. Niente di più sbagliato.

Come comportarsi e cosa fare in caso di caduta accidentale dello smartphone in acqua

L’istinto ci suggerisce immediatamente un comportamento controproducente per il nostro smartphone. Ma quali sono dunque i passaggi corretti da compiere? Anche in presenza di certificazioni di ultima generazione IP67 e IP68 l’immersione in acqua potrebbe provocare danni seri al corretto funzionamento dello smartphone. 

Per prima cosa si dovrà recuperare il dispositivo e avvolgerlo in un panno morbido, senza premere troppo su di esso o sui tasti. Successivamente andrà spento, estraendo la batteria dove possibile, la SIM e l’eventuale scheda di memoria SD.

Il getto d’aria del phon per capelli potrebbe persino danneggiare i circuiti interni dello smartphone per cui è assolutamente sconsigliato procedere in tal modo. A questo punto dovrete riporre il dispositivo in una busta ermetica, a contatto con del riso crudo o del silice, i tipici sacchetti che si trovano all’interno delle borse o delle calzature nuove.

Si dovranno quindi attendere dalle 24 alle 72 ore di tempo prima di provare a reinserire la batteria. Se il dispositivo non dovesse accendersi non rimane che rivolgersi al centro assistenza.

Serena