,

Nintendo Switch: sarà regina delle home console?

Da non molto è stata presentata la nuova console di Nintendo, la tanto attesa Nintendo Switch. C’è già chi la ama e chi la odia, ma quale è il suo vero potenziale?

Al debutto di Nintendo Switch nel mercato manca davvero poco e, anche se non sono state annunciate le sue specifiche tecniche, le molte indiscrezioni hanno fatto schierare da una o dall’altra parte i consumatori.

Nintendo dopo la “batosta” di Wii U non può permettersi altri passi falsi. Di fatto la console appena citata non era a fatto male ma, grazie ad una pessima campagna marketing ed a un titolo davvero poco ricercato, ha ottenuto vendite infruttuose al suo primo lancio, rimpolpate solo a metà del ciclo vitale della console. Di conseguenza viene  spontanea una domanda: riuscirà questa nuova Nintendo Switch a sbarcare nelle case dei videogiocatori?

Per far si che la nuova console di Nintendo abbia successo sono necessari tre fattori fondamentali: una buona campagna marketing, la collaborazione delle terzi parti e un prezzo aggressivo!

Per far si che questa Nintendo Switch possa competere con le console di “mezza generazione” come PlayStation 4 Pro e Xbox Scorpio e arrivare a conquistare i videogiocatori, bisogna che passi un’idea chiara di quello che realmente può offrire questa console.

Switch nasce come base installata per l’home gaming ma in realtà potrà essere utilizzata anche in un “circuito”extra-casalingo, in poche parole Nintendo sembra sia riuscita a combinare due mondi che fino a qualche mese non era pensabile vedere sotto lo stesso cielo.

Qual’ora Nintendo riuscisse a far passare il messaggio che la possibilità di sfruttare la console oltre le mura di casa è un plus e non un fondamentale, a mio avviso potrebbe aver centrato il primo punto.

Per quanto riguarda la seconda parte, nel piano di vendita che a mio avviso porterebbe condurre Nintendo verso il “sold out” con la sua Switch, è fondamentale una collaborazione con le software house in grado di sfruttare al meglio l’hardware delle nuova periferica dedicata al gaming.

Un grande ostacolo per un videogiocatore è la scelta della console principale, scelta che la maggior parte delle volte vede contendersi il mercato delle due storiche rivali, Sony Playstation e Microsoft Xbox.

E’ ormai da parecchi anni che Nintendo produce console che sono viste come secondarie, console che vanno ad aggiungersi ad una principale, scelta fra quelle sopracitate, in quanto un videogiocatore messo davanti ad una scelta, difficilmente premierà una console Nintendo che pur avendo un ottimo parco titoli first party, non può vantare l’enorme scelta offerta dalle dirette rivali. In conclusione del secondo punto si può affermare che: se Nintendo riuscisse ad unire il suo formidabile numero di videogiochi proprietari ad una collaborazione con le grandi case sviluppatrici di terze parti, potrebbe far tremare la concorrenza. Esattamente come i bei vecchi tempi andati, dove Nintendo era la prima scelta e non un’aggiunta di complemento.

Ultimo punto ma non per questo meno importante è il prezzo a cui sarà venduta Nintendo Switch. C’è da considerare che molti giocatori hanno già in casa una console, quindi non si trovano dinnanzi alla classica e straziante scelta della console da acquistare ma, ora, si stanno immettendo di prepotenza nel mercato le console “mid-gen” che, grazie anche alle varie offerte di rottamazione dell’usato, potrebbero far gola ai videogiocatori.

Di conseguenza la mossa di dare un prezzo “budget” a Nintendo Switch potrebbe essere una vera e propria mossa azzeccata, magari sfruttando una strategia già conosciuta nel mondo dei videogiochi. Vendere la propria “macchina” ad un prezzo inferiore a quello di fabbrica potrebbe rivelarsi un’ottima strategia, che porterebbe sì ad’una perdita di introiti iniziale ma che sarebbe ben presto compensata dagli introiti derivanti delle vendite dei software che, in casa Nintendo, sono sempre di qualità molto superiore alla media.

In seguito, con un’abbassamento del prezzo di costruzione delle Switch, si guadagnerebbe anche sulle console stesse. So bene che è una mossa azzardata, ma voglio ricordare che si è già dimostrata vincente in passato, sia con PlayStation 3 che con Xbox 360 nonché con le console di attuale generazione.

Ringraziando i colleghi di Media Kindom 3000 per lo spazio concessomi, vi invito, per rimanere aggiornati sulla nuova console Nintendo e tanti altri argomenti, sulle pagine del nostro blog. TuttoteK è un sito d’informazione che racconta la tecnologia che cambia con un occhio puntato sul mondo dei videogiochi e dell’intrattenimento digitale. Su tuttoteK trovi pezzi di approfondimento, segnalazioni, opinioni, recensioni, anteprime, guide e notizie brevi, sempre attinenti al mondo tech. Ti aspettiamo, stay tuned!

Cristhian Greco

Luca Chialastri