,

Come controllare le App che consumano batteria

Guida al controllo delle App che incidono sul consumo della batteria

Come controllare le App che consumano batteria

Quali sono le App che incidono sul consumo della batteria del proprio dispositivo mobile? E’ stato più volte accertato che l’utilizzo delle singole App presenti all’interno del proprio sistema operativo sia effettivamente in grado di rallentare le prestazioni a carico della batteria, anche in presenza dell’assenza di una navigazione all’interno delle stesse.

Molto spesso potrebbe capitare di ritrovarsi fuori casa per l’intero arco della giornata senza la possibilità di provvedere ad una ricarica della batteria del proprio smartphone o tablet Android. In questo caso specifico, senza il bisogno di optare per i sistemi di ricarica mobile esterni, si potrà procedere ad un controllo delle App a maggior consumo all’interno del sistema operativo. Ma come fare?

Come controllare le App che consumano batteria: procedura guidata da seguire

Le App che quasi tutti ormai possiedono all’interno del proprio dispositivo mobile, a maggior consumo di batteria e spazio sistema occupato, risultano essere principalmente quelle dedicate ai social network tanto in voga. Successivamente si trovano le App gaming e quelle pre-installate di fabbrica al momento dell’acquisto dello smartphone o tablet.

Oltre a queste tre categorie si aggiungono anche le App streaming e i servizi di messaggistica istantanei come WhatsApp. Per trovare velocemente tutte le App a maggior dispendio di batteria all’interno del proprio dispositivo si potrà procedere al download gratuito dell’applicazione Wakelock Detector per Android.

Ad installazione completata si dovranno attendere almeno due ore prima di poter utilizzare l’applicazione specifica, verificando la lista delle App a maggior consumo di batteria che sarà visualizzata all’interno della schermata principale del servizio.

L’applicazione, come unica limitazione riscontrata, richiede il root su Android Kitkat. Visionando la lista delle App si potrà procedere ad un’eliminazione dei servizi non necessari, disattivando la sincronizzazione automatica, il GPS, mentre su Android 1,6 si potrà ricorrere all’utilizzo del  widget Power Control tramite il quale disattivare tutte le App e le funzioni dello smartphone in caso di necessità, attivando un risparmio energetico.

Serena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.