,

6+ modi per cambiare IP su Fastweb

Anche se fastweb offre abbonamenti a fibra ottica che permettono di sfrecciare a velocità smisurata sul web e scaricare di tutto dal web con facilità e celerità, è anche vero che viene offerto un IP Statico, pertanto, esso resta impresso all’utenza a vita, o finché “disdetta non vi separi”.

Questo significa che se vogliamo usufruire di determinati servizi ci troviamo con le mani legati, proprio perché il classico riavvio del router, non ci riassegnerà un nuovo IP ma ci ritroveremmo con il medesimo. Nonostante sia più difficoltoso rispetto ad un altro provider, anche in questo caso non mancano soluzioni che vi accingeremo a elencarvi.

SENZA SERVIZI ESTERNI

Probabilmente il più famoso e conveniente servizio di cambio IP è usato da un buon servizio VPN. Con il VPN ti verrà assegnato un nuovo indirizzo IP direttamente dai Server di VPN, così nessuno può scoprire informazioni sul tuo accesso o i siti web visitati. Prova Cargo VPN l’app copre più di 70 luoghi sparsi per il mondo da olre 1000 server.

Vedremo prima di tutto come fare senza utilizzare servizi esterni, quindi avvalendoci soltanto dei servizi offerti da Fastweb.

1) IP PUBBLICO A VOLONTA’

La via più semplice è quella di abilitare un IP PUBBLICO nel proprio pannello d’accesso, o meglio chiamato MyFastPage:

  1. Accedete a fastweb;
  2. Quindi cliccate su MyFastPage e su Gestione Abbonamento;
  3. Abilitazione IP PUBBLICO.

Questa procedura è a pagamento, pertanto abilitarla vi costerà una quota per ogni tot minuti con il quale avete scelto di accedere con un determinato IP.

2) ROUTER OBSOLETO?

Se siete in possesso di un router alquanto vecchiotto ed è stato aggiornato potreste essere fortunati in quanto alcuni hanno mantenuto l’opzione forwarding delle porte (portforwarding) che vi permetterà di scegliere IP. Per vedere se fate parte di una o l’altra categoria seguite questi passaggi:

  1. Accedete a fastweb;
  2. Quindi cliccate su MyFastPage e su Gestione Abbonamento;

Se visualizzate la voce Forwarding Porte, significa che siete fortunati e potete mettervi mano liberamente. Altrimenti vi consigliamo di chiamare l’assistenza e fingere di avere problemi con il router o che vi occorre appunto tale opzione per un lavoro.

ATTRAVERSO SERVIZI ESTERNI

Se queste due possibilità sono risultate vane possiamo sfruttare i migliaia di strumenti offerti dal web senza mettere mano al portafogli.

1) ANONIMATO WEB

Uno dei tanti modi per nascondere il proprio IP, quindi come se lo cambiassimo, è l’uso di servizi web che offrono la navigazione in anonimato. Basta accedervi ed inserire i siti che vogliamo visitare:

  • http://www.hidemyass.com/
  • http://anonymouse.org/

2) TOR

La migliore modalità per camuffare la propria identità e quindi “personalizzare” un IP è quello di usare applicazioni come Tor browser. Un formidabile applicativo, che installa anche estensioni per Chrome e Firefox, che offre la massima sicurezza e la massima facilità d’utilizzo. Una volta installato, basterà cliccare su AVVIA e quando vorremmo cambiare identità cliccare su NUOVA IDENTITA’, il tutto senza disconnettere/riconnettere router.

3) myIPhide

MyIPHide è un software che camuffa un IP facilmente semplicemente installandolo. L’applicativo, una volta avviato, appare nella tray icon, e con un click ci permette di cambiare IP (anche scegliendo nazionalità) omettendo quello nostro vero e proprio. Purtroppo è una versione trial che dura 3 giorni.

4) E PIU’

Altre decine di soluzioni sono offerte in questa guida. Se quelle precedenti non sono state esaustive troverete sicuramente una valida risposta in queste altre.

LA PROVA DEL 9

Come prova finale, quando eseguite una dei trucchi su citati, vi basterà accedere al sito WhatISmyIPadress e notare se l’IP è davvero cambiato o meno.

Luca Chialastri