,

La rivolta e l’Ira degli Anonymous e la vendetta di Megaupload: blackout di decine di siti

Abbiamo appena parlato della chiusura di Megaupload e Megavideo.

Tale azione ha provocato malcontento sopratutto nella categoria degli Hacker, che per vendicare la chiusura di tali portali, ha organizzato e sta attuando, una delle guerre cibernetiche mai viste prima.

Parliamo di oltre 5.000 hacker che in questo momento stanno “radendo al suolo” decine e decine di siti trai più importanti, reputati responsabili dell’azione contro Megaupload.

L’attacco prevede l’utilizzo di massa del LOIC, software creato per generare attacchi DDoS su larga scala. Quando esso viene utilizzato da un numero elevato di utenza, può provocare blackout e chiusure di interi portali web.

Ad ora ecco alcuni siti che sono stati attaccati e quindi chiusi da tale associazione:

Tali siti risultano quindi irraggiungibili. E tu da che parte stai?

Luca Chialastri