,

Cosa fare se lo smartphone si surriscalda troppo e non regge la batteria

Guida pratica su cosa fare in caso di surriscaldamento dello smartphone e dell’insufficiente autonomia

Cosa fare se lo smartphone si surriscalda troppo e non regge la batteria

Che cosa fare se lo smartphone si surriscalda troppo e non regge la batteria? Il problema, tralasciato a lungo, potrebbe arrivare a compromettere in via definita l’utilizzo e le funzionalità dello smartphone, senza possibilità di poter procedere alle riparazioni.

Quando la batteria si surriscalda, anche in presenza di un brevissimo utilizzo del dispositivo, è sicuramente sinonimo di un problema da non ignorare. Allo stesso tempo la batteria non sarà in grado di reggere la carica e dovrà essere ricaricata in continuazione senza successo.

Occorrerà quindi un intervento immediato, cercando di valutare e apprendere il motivo della natura del guasto prima di decidere di inviare lo smartphone in assistenza. Come comportarsi in presenza di un surriscaldamento dello smartphone e di un’insufficiente durata della batteria?

Cosa fare se lo smartphone si surriscalda troppo e non regge la batteria

Il processore degli smartphone genera automaticamente del calore, ma quando lo stesso diventa eccessivamente forte e la batteria ne subisce le conseguenze dovrà essere effettuata una valutazione del problema.

Solitamente il problema del surriscaldamento eccessivo trae origine da un utilizzo dello smartphone eccessivo e protratto nel tempo, oppure più in generale a seguito di altri fattori problematici. Il surriscaldamento dello smartphone porterà ad un consumo maggiore della batteria e sarà possibile servirsi di un’applicazione per cercare di comprendere l’origine del problema.

Optando per una applicazione, fra le diverse messe a disposizione da Google Play Store o dall’App Store iTunes, si potrà constatare il livello di autonomia della batteria presente sul proprio smartphone.

Per verificare i livelli di consumi il dispositivo dovrà essere lasciato in modalità stanby per un pò prima di verificare l’esatta percentuale di autonomia consumata. Il problema potrebbe inoltre dipendere dal malfunzionamento delle diverse app presenti sullo smartphone, che potranno essere eliminate e in seguito reinstallate.

In presenza di un surriscaldamento non attribuibile al funzionamento delle app dovrà essere verificata l’originalità della batteria stessa e se è il caso sostituirla con una dello stesso marchio del dispositivo.

Se la batteria appare inoltre rigonfia o anomala dovrà essere rimossa dal dispositivo e sostituita con una nuova batteria originale in quanto potrebbe persino incendiarsi in presenza di zone a rischio.

Serena