, ,

Samsung Galaxy Note 9: la S Pen potrebbe servirsi della funzione etilometro

A pochi giorni dal lancio di Samsung Galaxy Note 9 nuove indiscrezioni sulla S Pen

Samsung Galaxy Note 9 la S Pen potrebbe servirsi della funzione etilometro

Manca ormai poco tempo al lancio ufficiale di Samsung Galaxy Note 9 e tra le ultime novità la S Pen potrebbe presentare un funzionale etilometro per la misurazione dello stato alcolemico prima di mettersi alla guida.

L’immissione sul mercato sembra essere stata prevista per il prossimo 2018 in arrivo, anche se caratteristiche ufficiali e fascia di prezzo potrebbero essere rivelate da Samsung fra pochi giorni, tra sorprese e intuizioni.

Le fonti del suo rilascio non sono ancora ufficiali ma sembra proprio che Samsung abbia depositato un brevetto dedicato a tale funzione che potrebbe essere integrata al ritorno della S Pen. La rilevazione del tasso alcolemico si preannuncia come la novità assoluta di questa estate per un dispositivo phablet come Samsung Galaxy Note 9.

La parte terminale della S Pen potrebbe quindi integrare la nuova funzione in favore di tutti gli automobilisti al fine di rischiare sanzioni ed evitare la guida in stato di tasso superiore a quello dalla legge consentito.

S Pen e nuove funzionalità di Samsung Galaxy Note 9

La nuova funzione S Pen potrebbe inoltre inibire le telefonate da ubriachi, evitando tutte quelle spiacevoli conversazioni in stato alcolemico, proprio in attivazione di tale aggiunta. L’estremità pieghevole della S Pen sembra essere stata progettata per potersi piegare con un angolo di 90 gradi.

Per ottenere le relative conferme da parte di Samsung si dovrà però attendere il lancio ufficiale del phablet Samsung Galaxy Note 9 previsto fra una settimana. La nuova funzione di S Pen etilometro sarà affiancata dall’utilizzo di una particolare applicazione, ancora sconosciuta fino a questo momento.

Il Samsung Galaxy Note 9 dovrebbe presentare un sistema di rilevazione delle impronte digitali direttamente dal display, ovvero senza il bisogno di premere tasti e sensori. Sembra che anche il nuovo phablet presenti il riconoscimento di impronte sulla parte posteriore del dispositivo, proprio come il Samsung Galaxy S8.

L’ampiezza dello schermo del phablet da 6,3 pollici, con cornici sottili, rappresenta uno dei punti di forza maggiori del nuovo dispositivo, ma potrebbe rivelarsi carente dal punto di vista dell’autonomia.

L’azienda sudcoreana ha puntato su un nuovo design mentre continuano le recensioni e le possibili caratteristiche del device per un dispositivo da top di gamma.

Serena