,

Che cosa fare in caso di un mancato avvio di Windows

Guida pratica su come intervenire nell’impossibilità di avviare Windows

Che cosa fare in caso di un mancato avvio di Windows

Che cosa fare in caso dell’impossibilità di avviare il proprio Pc Windows? Il computer potrebbe riscontrare diverse problematicità in questo caso specifico, non sempre di facile soluzione da parte degli utenti meno esperti in campo informatico.

Prima di ricorrere ad un centro di assistenza tecnica per computer si potranno adottare alcune strategie al fine di giungere alla rilevazione delle problematiche in corso sul sistema operativo. Va tuttavia precisato che in questo caso le diverse operazioni potrebbero richiedere pochi minuti di tempo, come delle ore invece.

Attraverso questa nuova guida cercheremo di esporre tutte le motivazioni in presenza di un mancato avvio di Windows, valutando come intervenire per ogni casistica.

Che cosa fare in caso di un mancato avvio di Windows: guida pratica da seguire

In presenza di problemi nell’avviare il Pc potrebbero essere diverse le cause alla base del sistema operativo Windows ma ancor prima di procedere con la risoluzione dei problemi si potrà cercare di avviare il computer in ogni modo possibile.

In presenza di ripetuti fallimenti si dovranno quindi valutare tutte le possibili problematiche in corso. Con tutta probabilità potrebbero trovarsi danneggiati una sere di file all’interno del sistema che ne impediscono l’accensione, verificatosi durante l’ultima sessione aperta. Sul sistema operativo Windows 10 si potrà ricorrere alla voce “Ripristino all’Avvio”, presente allo stesso modo dal menù anche in Windows 7, 8 e Vista.

In altro modo si dovrà ricorrere al ripristino del sistema operativo di Windows, poiché il driver all’interno potrebbe risultare danneggiato al punto da impedire l’avvio del computer. Per eseguire un ripristino del sistema operativo occorrerà servirsi di un Cd esterno oppure del disco di Windows stesso.

Per procedere alla correzione dei file danneggiati invece si potrà accedere alla modalità del controllo dei file di sistema, ma questa operazione risulta sconsigliata per gli utenti privi di una conoscenza tecnica informatica approfondita che si dovranno avvalere di un aiuto esterno.

Anche un errore durante la configurazione del BIOS potrebbe comportare l’insorgere di bug impedendo l’avvio del Pc. In questo caso la memoria della scheda madre relativa al BIOS dovrà essere cancellata, ma in presenza di un Pc vecchio di anni dovranno essere sostituite le batterie del CMOS.

In caso di problemi legati alla RAM si potrà sostituire il tutto attraverso un nuovo acquisto, prestando attenzione alla compatibilità con il computer al momento dell’acquisto stesso. Infine si dovrà testare anche l’hard disk con l’eventualità di procedere ad una sostituzione anche dello stesso.

Serena