,

Manymo: Come usare Whatsapp sul Web senza emulatori software

Le smanie degli smanettoni non hanno fine. Si è sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo da scoprire, da personalizzare. Probabilmente questo articolo farà felice molti di voi, anche non geek dipendenti: con Manymo, possiamo inviare e ricevere messaggi su Whatsapp senza ricorrere ad uno smartphone od a emulatori Android per Windows, ci basta un browser qualsiasi, come può essere Firefox o Chrome, e siamo pronti a messaggiare con i nostri amici.

NIENTE EMULATORI, NIENTE TRUCCHI, NIENTE INGANNI

Con Manymo possiamo utilizzare questa preziosa applicazione anche se non siamo in possesso di uno smartphone, o se siamo distanti dal nostro telefono android (dove si è cacciato?) od ancora vogliamo sfruttare la comodità di una tastiera anziche di uno schermo touch. I motivi per usare questo servizio sono davvero tanti, se aggiungiamo poi il fatto  che non richiede alcuna installazione e che quindi possiamo utilizzarlo da qualsiasi postazione PC, beh, diventa pressoché indispensabile.

STRUMENTI NECESSARI

Non ci occorre nulla, se non un semplice browser, ed ovviamente, una connessione internet, oltre ad un numero di telefono attivo.

PROCEDURA

  1. Scarica il file .apk di Whatsapp dal sito ufficiale (che trovi anche in fondo all’articolo);
  2. Ora accedi a Manymo e registrati al sito (trovi il link in fondo all’articolo);
  3. Ora devi avviare l’emulatore per avviare Whatsapp: accedi a Manymo e clicca su Launch Emulators;
  4. Clicca su Launch with: App in alto a destra, dopodiché scegli la risoluzione che desideri;
    whatsapp_in_browser_manymo_02[1]
  5. Ora clicca su Browse e selezione il file .apk scaricato precedentemente;
  6. Configura come di consueto Whatsapp, inserendo il tuo numero di telefono ed attendi di ricevere l’sms di conferma.

D’ora in poi ti basterà accedere al tuo account su Manymo e potrai utilizzare Whatsapp con totale disinvoltura, come se fosse proprio quello su Android. I contatti dovranno, però, essere aggiunti manualmente, poiché non vi è nessuna rubrica online che ti permette di sincronizzarla.

Luca Chialastri