,

Albergo Diroccato Pokemon X Y: La mappa e tutti i trucchi che nasconde

albergo diroccato Pokemon X Y

Pokemon X e Y è sicuramente uno dei titoli più attesi dell’anno e non ad altro, già il suo arrivo nei negozi, ha mandato in tilt le vendite. Molti sono i misteri che avvolgono Kalos, per questo vogliamo aiutarvi nel svelarli. Questa volta parliamo dell’anonimo Albergo Diroccato. Dove e quando è possibile catturarvi Rotom? Come si arriva alla fine del percorso dell’albergo? 

COME ARRIVARE AL LEGGENDARIO PATTINATORE

L’albergo diroccato è un edificio che risiede al Nord di Kalos: è anche conosciuto come “la casa del Leggendario Pattinatore”. Quando proviamo ad accedervi arriviamo ad un punto in cui uno dei pattinatori ci blocca dicendoci che non siamo abbastanza in gamba. Come si fà quindi per accedere alla parte finale dell’albergo?

DOVE SONO I PATTINATORI?

Dobbiamo parlare con i due pattinatori a Lumiopoli. Dove li troviamo?

  1. Uno di loro è nel Bar Slalom;
  2. L’altro è per le vie principali che circondano la città.

Una volta parlato con loro otterremo i segreti per sbloccare l’accesso al leggendario pattinatore dell’albergo, quest’ultimo ci insegnerà a usare la speciale mossa rotatoria con i pattini: non vi è nient’altro. Tale mossa non servirà alcunché se non per vostra cosa personale. Delusi, eh?

MAPPATURA DELL’ALBERGO E ROTOM

Un altro trucco che non molti conoscono, è la possibilità di ottenere all’interno il raro spettro pokemon elettrico: Rotom. Dove e come è possibile catturarlo? Rotom lo trovate, come specificato nello screenshot qui di seguito, nei punti indicati, all’interno dei cestini. 3 dei 5 cestini, permettono di catturarlo, ma attenzione, potrete farlo soltanto di Martedì. Non tutti sanno, ad esempio, che è possibile catturare anche le sue forme alternative Forno, Ventilatore, Tagliaerba, Frigorifero e Lavatrice, seppur siano molto più rari della forma base.

albergo diroccato Pokemon X Y

All’interno dell’albergo possiamo trovare anche il prezioso strumento Copertura che ci permette di ottenere l’evoluzione di Rhydon.

Luca Chialastri